Informazioni generali

Il trekking in Sardegna vede il suo periodo favorevole nella primavera e nel periodo autunnale.

Tuttavia la presenza in Sardegna di un numero importante di visitatori durante l’estate, ne determina un flusso considerevole anche in questa stagione.
Chi pratica questa disciplina in tali periodi, è bene che abbia una conoscenza profonda delle caratteristiche del territorio.
Indicando l’area carsica del Supramonte, quale maggiormente interessata dal trekking, è indispensabile non sottovalutare l’assenza di sorgenti, l’irragiamento solare con temperature medie intorno ai 30 gradi nei mesi di Giugno, Luglio, Agosto, e l’assenza pressochè ovunque di segnalettica che indichi i sentieri e le mete da raggiungere.
Chi trovandosi in Sardegna vede l’interesse e la possibilità di svolgere dei trekking verso le mete dell’entroterra, è bene che si documenti in maniera approffondita e dovrà portare con se gli strumenti minimi quali; cartina topografica ben dettagliata,bussola e altimetro indispensabili per una corretta lettura, che in assenza di punti di riferimento come all’interno di fitti boschi o canaloni consentono di orientare la carta verso la sua posizione naturale, pronto soccorso personale,zaino capiente, vivande e acqua in quantità.

CON LE GUIDE:
Le aree del Supramonte sono servite molto bene da Guide locali capaci di offrire un servizio di qualità, verso un settore che richiama sempre più un turismo consapevole sui valori di una giornata di trekking, intesa come momento di conoscenza, agregazione e esperienza.

Con le guide, sarà più semplice cogliere in sicurezza e in modo divertente gli aspetti di una regione che offre tante possibili attività. La sua meravigliosa natura unita alla storia di un popolo antico sarà senz’altro in grado di offrirvi un’esperienza degna di un viaggio

COSA PORTARE E COME VESTIRSI QUANDO SI E ACCOMPAGNATI DALLE GUIDE

Generalmente sulla base dell’itinerario e dell’attività che si andrà a svolgere, l’organizzazione indica i materiali.
Nei Trekking giornalieri è comunque indispensabile un abbigliamento comodo e adeguato alla stagione,gli scarponcini, uno zainetto a spalla dove porre una bottiglia d’acqua.

 

N.B. Per la buona riuscita dell’escursione è bene informare gli accompagnatori su qualsiasi esigenza o eventuale problema di salute del partecipante. Le guide in questo modo sapranno meglio valutare e consigliare eventualmente una trekking alternativo.

Il sito ha il solo scopo di far conoscere gli aspetti naturali e storici dei territori isolani.

Le informazioni contenute al suo interno sono a carattere divulgativo.